Effetto Amarcord

Postato il Aggiornato il

Chi mi conosce più o meno bene sa, che oltre a essere un inguaribile misantropo, sono pure un dannato nostalgico……. e questo periodo dell’anno è il periodo “giusto” per quelli come me. Da Settembre a Dicembre c’è sempre quel qualcosa nell’aria….che comincia con la fine dell’estate e l’inizio delle scuole (anche se a scuola sono un bel po’ di anni che non ci vado più) e il Natale, che con le lucine, le pubblicità e l’ipocrisia cronica della gente sancisce un po’ la fine dell’ inverno. Ora, quando sono in preda ai miei attacchi di nostalgia, mi capita di pensare a fatti accaduti anni fa cercando le colonne sonore giuste, ovvero quelle che ascoltavo in quel periodo….e di solito di questi tempi torno ad ascoltare Paolo Conte, per esattezza il Best of e Elegia….

Invece, per puro caso, oggi mi sono rimesso ad ascoltare Canto di Primavera del Banco del Mutuo Soccorso. La prima traccia, Ciclo, un brano strumentale, è stata come una mazzata in pieno sterno. Incredibilmente, più degli stessi brani che mi hanno accompagnato in questi anni, Ciclo riesce a farmi tornare indietro nel tempo, con quel sorriso malinconico e felice che mi contraddistingue da sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...