60 Kg di Cozze

Postato il

A volte vorrei essere come le persone che ieri sera erano sedute a cena vicino a me.
Persone semplici che vivono di cose semplici, che si emozionano per un tramonto perché è normale farlo ma non cercano di vederlo da altre prospettive o di catturare la possibile poesia della situazione; inquadrano il tramonto, ne sono estasiate ma poi gli voltano le spalle e tornano alla loro vita. E fanno così anche con le cose spiacevoli. Ma non approfondiscono, non si espongono, non saltano dal dirupo per afferrare quanto c’è di bello, o di brutto, in quello che hanno davanti.
Si accontentano di quel poco che è considerato parte della normalità, non si fanno alcun problema più complesso di quelli che la quotidianità gli pone davanti e, a differenza mia, vivono dannatamente bene.

Annunci

7 pensieri riguardo “60 Kg di Cozze

    Principessa70 ha detto:
    ottobre 21, 2015 alle 9:45 am

    però sembra che li stai catalogando come esseri un po’ “insipidi”….

      Danilo Sesti ha risposto:
      ottobre 21, 2015 alle 10:34 am

      In realtà li stimo proprio perché vivono con semplicità, piacerebbe anche a me essere più semplice nelle cose. Con gli occhi di come sono si, li vedo un po’ insipidi, ma sicuramente più felici di me, quindi vivo questa dualità in cui da una parte li invidio e dall’altra no…e vivo male 😀

        Principessa70 ha detto:
        ottobre 21, 2015 alle 10:45 am

        mmmmh ” chi si accontenta, gode” ? non so

        Danilo Sesti ha risposto:
        ottobre 22, 2015 alle 5:48 am

        Non so nemmeno io, se ti poni il problema della scelta si, nel senso di sapere cosa lasci indietro e farlo coscientemente. Il problema è se non ti poni proprio il problema perché preferisci pensare ad altro. Poi, “problema” tra virgolette, per me lo è, per gli altri sicuramente no

    Marta Vitali ha detto:
    ottobre 23, 2015 alle 8:32 am

    Ciao!! Ti ho nominato in una tag!! Spero di non ammorbarti ma di essere, al contrario divertente!!! Ciao!

      Danilo Sesti ha risposto:
      ottobre 23, 2015 alle 11:46 am

      Oddio, le catene non le seguo 😀 Però leggerò volentieri, se poi ho voglia la farò pure io (ma senza nominare nessuno che non ho voglia). Grazie ;D

        Marta Vitali ha detto:
        ottobre 23, 2015 alle 11:49 am

        Ok!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...