Aria del vecchio della terra e della notte del cielo

Postato il Aggiornato il

Seduto sotto una luna viola, un vecchio di un’antica epoca osserva l’orizzonte. Lo guarda e lo scruta da anni, da prima che io venissi al mondo, da prima che il mondo stesso venisse alla luce.

C’è sempre stato, così raccontano le storie, con le sue vesti rosse e arancio, i capelli bianchi in balia del vento e gli occhi scuri e profondi.
Lui contro l’orizzonte, lui contro il giorno e il sole splendente, lui contro la notte e il cielo stellato.

Provare ad avvicinarsi a lui non è possibile; più ci si avvicina e più lui si allontana. Perfino quando la mia mano toccò la sua spalla il vecchio era lontano, in un altro spazio, in un altro luogo, in un’altra era.

C’è chi dice che abbia nome ma non sa quale sia.
C’è chi dice che non ce lo abbia mai avuto e che sia stato generato dal tempo stesso ma la verità è che tutti parlano di lui perché ne hanno timore reverenziale, o profondo rispetto.

E lui continua a guardare l’orizzonte in profondo silenzio

Che veda qualcosa che gli altri non vedono?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...