Come sarei potuto diventare

Postato il

Un paio di giorni fa, immerso nei boschi delle colline dietro casa, ho realizzato che nella mia vita mi sono trovato più volte a incontrare persone che sono state lo specchio di ciò che sarei potuto diventare. Spesso non notiamo i nostri difetti ma, anzi,  li vediamo negli altri e, come diceva Hesse,  sono proprio quelle cose che ci infastidiscono in quanto specchio di ciò che siamo.

“Quando odiamo qualcuno, odiamo nella sua immagine qualcosa che è dentro di noi” (H.Hesse)

Beh, partendo da questo presupposto io ho constatato che alcune persone con cui ho avuto a che fare non erano tanto lo specchio del mio essere ma una sorta di visione futura di come sarei potuto diventare e che mi hanno permesso di maturare. Se a volte è necessario conoscere e avere a che fare con qualcuno che possa insegnarti qualcosa (sul lavoro, nello studio, nello sport, ma anche semplicemente nei rapporti personali) credo, e ho provato sulla mia pelle, che a volte è bene incontrare gente simili a se stessi, magari anche persone a cui tu puoi insegnare qualcosa e osservarle per capire come possono, in qualche modo, essere una sorta di te stesso embrionale.

Nello specifico mi sono trovato ad avere a che fare con un “amico” che per molte cose mi ha ricordato un giovane Danilo di anni fa. E i suoi atteggiamenti a 25-27 anni erano simili a quelli che avevo io a 22-23. E alcune cose le conservavo ancora nel cuore ma, confrontandomi con una persona del genere, ho capito che erano pensieri deleteri e inutili per cui sono riuscito a cancellarli e debellarli dalla mia persona.

Un altro caso mi è capitato nel lavoro. Incontrare una persona che mi ha insegnato tanto ma con una visione totalmente differente dalla mia del mondo e dell’attività. Sarei potuto diventare come lui (e magari stare pure meglio in campo lavorativo) annullando me stesso ma ho preferito seguire la mia indole e il mio credo, lasciandomelo alle spalle.

In tutti e due i casi ho pensato che queste persone potrebbero essere una sorta di “Fantasma del Futuro”. Se non le avessi incontrate e avessi camminato dritto senza mettermi in discussione su ciò che mi hanno mostrato ora sarei come loro e non sarei maturato per niente.

Chissà, magari è un caso, o solo una mia considerazione…o magari a volte si incontrano degli specchi in cui è bene guardare dentro per capire noi stessi.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...