esseri umani

Pensieri mattutini sull’infinito

Postato il Aggiornato il

Stamani mi sono svegliato con un pensiero che mi ha intristito tantissimo:

Morirò prima che si sappia veramente come funziona l’universo

Si, lo so che è un pensiero stupido e  che la vita vera la tocchiamo con mano tutti i giorni, ma non posso fare a meno di pensare che siamo solo piccoli esseri, un po’ arroganti, che sognano di scoprire cose che se ne fregano della nostra esistenza e che, probabilmente, non riusciremo mai a comprendere veramente il luogo in cui viviamo.

Annunci

Mi piacciono i cimiteri…

Postato il Aggiornato il

…e normalmente evito di dirlo perché la gente mi prende per matto più di quanto non faccia di solito. No, non è vero, lo dico sempre appena posso proprio per guardare la faccia sbigottita dei miei interlocutori. Come se poi ci debba necessariamente essere qualcosa di strano ad amare una cosa piuttosto che un’altra, soltanto perché ci sono sepolte delle persone non significa che non possano avere una loro dignità artistica, anzi, trovo che l’arte funeraria abbia una grande valore, sia materiale che spirituale, e che meriterebbe maggior considerazione.

Ho sempre adorato i mausolei pomposi, quelli con le statue di angeli sopra, le siepi curate attorno e gli elenchi delle persone sepolte. Mi piacciono anche le cripte sotto le chiese dove riposano gli ecclesiastici o le famiglie nobili, mentre invece non amo i cimiteri che sembrano dei prefabbricati, quelli un po’ tutti uguali tra loro; sembrano più reparti del supermercato che luoghi sacri; forse sono anche più in linea con il modo di vivere di oggi, dove tutto è più minimale, estremamente funzionale ma anche asettico e spersonalizzato.

Nonostante questo, essendo una persona molto spirituale e molto religiosa (ma non credente, ma di questo parlerò più avanti) trovo i cimiteri dei luoghi di pace e serenità incredibile. Sarà il silenzio o il rispetto, più o meno vero, che si respira dalle persone che ci trovi, però mi sono trovato più volte a leggere tutti i nomi delle persone sepolte soltanto per godermi la pace del momento. Mi sono chiesto, di qualcuno, chi fosse, cosa facesse in vita. A volte credo di aver stupidamente parlato con qualche bara, come se il morto potesse in qualche modo rispondermi, altre volte ho guardato le persone che andavano a celebrare i propri cari sepolti, cosa che non faccio mai per svariati motivi, tra cui il fatto che la maggior parte dei miei parenti non sono in Toscana.

Eppure, nonostante tutto, la gente continua a darmi del matto se affermo queste cose. E mi chiedo, se i cimiteri sono luoghi di culto in cui andare a salutare l’ultima volta i propri cari per poi portare loro dei fiori, dei dolci o quant’altro, perché dobbiamo ancora trovare del macabro nei cimiteri?

Boh!